Articolo in evidenza

Piccoli Levrieri Italiani: come sono caratterialmente

Benvenuti sul sito dell’allevamento Lupavaro,

Questo sito è  dedicato alla nostra immensa passione per i Piccoli Levrieri Italiani.

Spesso mi si chiede: “ma questi Piccoli Levrieri Italiano, che carattere hanno?” Il nostro sito non vuole essere il solito sito fatto solo di cuccioli, e foto in Expo ma desideriamo condividere con voi la nostra grande passione per il Piccolo Levriero Italiano, descrivere nei nostri articoli i mille aspetti di questi cani e aiutarvi a capire se questa razza fa davvero al caso vostro. Conosciamo bene la razza, perché tutti i nostri cani vivono in casa con noi, sono parte integrante della famiglia. I cuccioli che scegliamo di tenere, così come i loro genitori, nonni o bisnonni restano con noi per tutta la vita. Per favore, NON CHIEDETECI IN ADOZIONE I NOSTRI ADULTI, perché noi non abbiamo l’abitudine di dare via “fattrici” a “fine carriera” (termini orrendi che nemmeno ci appartengono!). Tutti i nostri cani fanno parte integrante della nostra famiglia, e come tali partecipano alla vita familiare a tutti gli effetti. Voi dareste via un membro della famiglia?

Di seguiti alcune informazioni riguardo la razza, il carattere e la gestione. 

Piccolo Levriero Italiano - Paola Marinangeli

Illustrazione gentilmente messe a disposizioni dall’artista Paola Marinangeli. ©All Rights reserved.

 

Continua a leggere

Le nostre lunghine in cuoio!

Le nostre  lunghine in cuoio

Altissima qualità! 

Lunghine in cuoio

Esempio di lunghina personalizzata

Larghezze diverse, a seconda della razza!

Disponibili in oltre 20 colori diversi!

Personalizzabili con il nome/sigla/iniziali che vuoi!

Per informazioni: info@lupavaro.com
Telefono, Whatsapp o Telegram: Luigi Panico +39 3495118482 oppure usate la chat presente qui sul sito. ⬇

Continua a leggere

Das Gretchen

I Piccoli Levrieri Italiani sono sempre così signorili eleganti, vero?

Non proprio!

Ecco la nostra Greta, (Lupavaro Gertrud’s memory), 9 anni ma al rientro da una passeggiata in campagna, dove si è divertita a saltare e correre attraverso una grossa pozzanghera.

Tutta soddisfstta ma altro che elegante! 😂

Cuccioli e condotta al guinzaglio – come fare?

Il cucciolo e la condotta al guinzaglio

Guinzaglio in cuoio 8 mmper cuccioli

Un’altra cosa che spesso mi viene chiesta, è “come fare per insegnare al proprio cucciolo la condotta al guinzaglio”. Passeggiare in modo rilassato, senza che il piccolo tiri come un fossenato. È possibile insegnare al nostro piccolo, come camminare rilassato al nostro fianco? Come si fa? Guinzaglio corto o lungo? 

Continua a leggere

Cuccioli e stress prenatale

Mi faceva piacere, condividere con voi questo studio:

https://www.aphis.usda.gov/animal_welfare/downloads/dangerous-animals/ACAids_Canine-MaternalStress_AC-19-005_6.19.pdf

lo stress innesca il rilascio di ormoni come il cortisolo nel flusso sanguigno.  quando questi ormoni attraversano la placenta dalla madre ai cuccioli, cambia il set point del sistema di risposta allo stress dei cuccioli. 

Lo stress altera anche la qualità dell’assistenza materna, che influisce sul comportamento successivo dei cuccioli.

Buona Pasqua!

Buona Pasqua!

Se cercate il coniglietto della Pasqua: è qui 🙂 

Lenny, il cane in foto, ha 15 anni e si gode la terza età.

Per favore, non chiedete in adozione i nostri adulti: loro faranno parte della nostra  famiglia per tutta la vita! 

Allevamento Piccoli Levrieri Italiani

San ValenPLIno!

Da sempre, siamo i ” nonni” dei cuccioli Lupavaro. Il piccolo Winnie (Lupavaro Winnie the Pli) e la sua mamma Paola Marinangeli hanno inviato questa graziosissima cartolina. Un bel augurio anche per il nostro anniversario! Grazie Paola, Gina e Winnie, Adoro! 

Lupavaro Winnie the Pli

Copyright © and Photo Credits: Paola Marinangeli. All Rights reserved

La grande eredità dei levrieri

La grande eredità dei levrieri 

Riassunto e traduzione a cura di Valeria Rocco per l’allevamento “Lupavaro”

Premesso che sono tedesca vorrei qui di seguito pubblicare la traduzione di uno scritto, tratto da “Das große Windhunderbe” che contiene un articolo, sempre in lingua tedesca, pubblicato nel   “Zuchtbuch des DWZRV 1963/196450″, scritto dalla Signora Pia Pfleger, titolare dell’allevamento ” Springinsfeld” La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale di questa traduzione sono espressamente vietati in assenza di una autorizzazione scritta, giacché il lavoro di ricerca e la seguente traduzione dalla lingua originale è un lavoro lungo e meticoloso.

Piccolo Levriero Italiano

ringrazio l’artista romana Paola Marinangeli per aver messo a disposizione alcune delle sue opere per illustrare questo scritto.

La grande eredità dei levrieri

Carlo I nel 1624 portò dalla Francia i primi esemplari in Inghilterra, la sua intenzione era quella di incrociali con alcune razze terrier per dare vita ad un cane da caccia di elegante statura. Questi tentativi furono fatti anche nelle generazioni successive, dando vita alla razza Whippet.

Durante la Rivoluzione inglese a la decapitazione di Carlo I, tutti i cani furono rubati e sparsi per tutto il territorio. In Germania la razza ha conquistato grandi onori grazie a Federico il Grande, che non era mai senza la compagnia dei suoi piccoli levrieri italiani;  doveva averne tra  40 e 80 esemplari.

Federico il Grande di Prussia adorava i Piccoli Levrieri Italiani. Le sue preferite si chiamavano “Biche” (†1752) ed “Alkmene” (†1785). Sebbene nei quadri, che raffigurano “il vecchio Fritz”, i cani al suo fianco sembrano essere di dimensioni maggiori ma questo è da attribuire al fatto, che i Pittori cercavano di dare maggiore effetto ai quadri aumentando la mole dei levrieri raffigurati.
Ecco una statua che lo raffigura con “Alkmene” e “Hasenfuss”
Continua a leggere

Alkmene la levrierina preferita del Re

Alkmene la preferita del Re

Questa storia meravigliosa narra di un Piccolo Levriero Italiano, Alkmene.  Se amate i Piccoli Levrieri Italiani, questa storia  vi farà emozionare. Alkmene prenderà vita nei vostri cuori, dove vivrà per sempre. Buona lettura!

Traduzione a cura di Valeria Rocco per l’allevamento Lupavaro.
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale di questa traduzione sono espressamente vietati in assenza di una autorizzazione scritta, giacché il lavoro di ricerca e la seguente traduzione dalla lingua originale è un lavoro lungo e meticoloso.
Scritto originale: Bruno Frank, Werke, 1. Lesebuch. Werke, Lesebuch mit ausgewählten Auszügen aus Erzählungen und Novellen von Bruno Frank 1945
Illustrazioni: ringrazio l’artista romana Paola Marinangeli per aver messo a disposizione alcune delle sue opere per illustrare questo scritto. 

Due anni prima della sua morte, già segnato dall’età avanzata, il vecchio Fritz, (ndr: “Fritz” è il sopranome tedesco di Federico II) come ogni anno, tenne la grande parata della sua grande truppa slesiana. Si soffermò qualche istante e si guardò attorno, con un’espressione molto insoddisfatta e corrugata. Il suo umore, durante tutta la manifestazione di quest’anno, era terribile. Non parlò con nessuno, il suo atteggiamento era freddo e distaccato, ai limiti della maleducazione. Durante la cena ignorò persino Lafayette e dopo un’ora di disagio scomparve dalla tavolata. “Non è arrivata nessuna missiva?” chiese nel silenzio, con la sua voce alta e accattivante, spesso in contrasto con le parole taglienti. Un aiutante, frettolosamente fece un passo avanti per fare rapporto. Non era arrivata alcuna nuova missiva.

Alkmene, la levrierina preferita del Re
W. Meyer: Friedrich II. mit seinem Großneffen Friedrich Wilhelm III. und zwei Windspielen, Kreidelithographie,
Gedruckt von Ludwig Theodor Zöllner

Continua a leggere

10 motivi per NON scegliere un Piccolo Levriero Italiano

10 motivi per NON scegliere un Piccolo Levriero Italiano
Sei alla ricerca del cane “ideale” per te e la tua famiglia e il Piccolo Levriero Italiano ti ha affascinato, vero? Magari non eri proprio a conoscenza del fatto, che esista un levriero di taglia così contenuta. Non riesci a toglierti questi Piccoli levrieri Italiani dalla mente e inizi a fare un po’ di ricerche sulla razza. Certo, il Piccolo Levriero Italiano ha un pelo di o raso e lucente, si dice che non ne perde affatto e che sia un cane
anallergico“. Sarà vero? Si dice anche, che un cane così piccolo ed elegante sia di facile gestione e che sia ideale in appartamento perché pulitissimo. È così? Già vi vedete comodi sul divano con il levriero ai vostri piedi? Sogno o realtà? Scoprilo da solo, leggendo i seguenti 10 motivi per non scegliere un Piccolo Levriero Italiano”

Continua a leggere

Adozione Piccolo Levriero Italiano?

Adozione Piccolo Levriero Italiano? 

Ho notato che nei gruppi Facebook, chiunque stia cercando un Piccolo Levriero Italiano in “adozione”, viene immediatamente indirizzato a  me, anche se non ha alcuna esperienza con la razza.  Per questo motivo, preferisco chiarire il nostro  concetto di  “adozione” o “Rescue”:

(altro…)

Recensione Emmi-pet spazzolino Ultrasuoni per cani

FINALMENTE LO SHOP EMMI Ultrasonic GmbH ® E’ ONLINE ANCHE IN LINGUA ITALIANA!

Ordinando Emmi-pet spazzolino ultrasuoni per cani dal link www.emmipet.it aiuti automaticamente i cani del Rescue Center, in quanto l’azienda tedesca da una piccola provvigione su ogni ordine!

Emmi-pet: lo spazzolino Ultrasuoni per cani

Emmi-pet spazzolino Ultrasuoni per cani

Continua a leggere

Tagliare le unghie al cane

Il Piccolo Levriero Italiano e la questione del taglio delle unghie

Tagliare le unghie al cane

Chi vive con un Piccolo Levriero Italiano lo sa: quanto crescono queste unghie e tagliare le unghie al cane diventa spesso un incubo! Basta saltare anche solo poche sedute di “pedicure” e voilà, le unghie del cane si allungano e di conseguenza si allunga anche il vaso sanguigno al loro interno, rendendo praticamente impossibile la possibilità, di mantenere le unghie belle corte! 

Continua a leggere

Allevamento Piccolo Levriero Italiano

Cuccioli e socializzazione

Cuccioli e socializzazione

Cuccioli Piccolo Levriero Italiano e socializzazione. Allevamento Lupavaro

Cuccioli e socializzazione. Per noi è importante che i cuccioli vengano anche in contatto con altre razze e gatti.  I cuccioli della nostra W – Litter crescono insieme ai cani Rescue (Natalina & i Natalini). Tanto sole, tanto movimento e anche le lotte tra cuccioli, fanno sì che crescano tutti nel migliore dei modi, socializzando anche con altre razze e mettendo su una muscolatura eccellente. Nel branco, i cuccioli imparano anzitutto il linguaggio “canino”, importante per evitare “equivoci” nella loro futura vita. La socializzazione da cuccioli è molto importante per il Piccolo levriero Italiano. Gli serve per non fraintendere e per non essere frainteso, una volta che sarà adulto. Un cane che capisce bene la SUA lingua, saprà in futuro leggere i segnali lanciati da altri cani e comportarsi di conseguenza. Questo è uno dei motivi per cui non cediamo i cuccioli prima dei 3 mesi di vita, in modo che la socializzazione possa essere incrociata, cioè sia con il branco canino che con quello umano e ovviamente l’ambiente esterno, esplorando il mondo durante le nostre passeggiate al guinzaglio, naturalmente dopo le dovute vaccinazioni.

E quando possono “traslocare” ? 

Per favore, non chiedetemi di cedervi un cucciolo a 60 gg, solo perché ENCI lo permette. Noi non faremmo mai perdere ai nostri piccoli quanto descritto nel paragrafo precedente. Non somministriamo farmaci alle mamme che allattano, le nostre femmine sono libere di allattare i cuccioli finché vogliono. La natura poi segue il suo corso e lo svezzamento sarà graduale e avverrà in modo del tutto naturale. Così facendo, i cuccioli non saranno mai separate fisicamente dalle mamme. La femmina sceglie in modo autonomo quando allontanarsi dai piccoli, lei ha sempre dei posti “irraggiungibili per i piccoli”, dove può rilassarsi, quando vuole staccare un po’  la spina o mangiare un premietto senza “intrusi”  

Cuccioli e socializzazione, Allevamento Lupavaro
Piccoli Levrieri Italiani dal 2006

I nostri cuccioli di Piccolo Levriero Italiano da noi imparano anche ad andare al guinzaglio, rilassati ed in compagnia della mamma e dei fratellini. CEdiamo ogni cucciolo con il suo collarino e guinzaglio, fatto su misura, oltre alla copertina con l’odore della mamma e dei fratellini. Impareranno presto a fidarsi anche della nuova famiglia  ma non pretendete che vi seguano dal primo giorno: voi aspettavate da settimane l’arrivo del cucciolo e lo amavate già da tempo. Il cucciolo questo non lo sa! Per lui sarete, inizialmente, semplicemente degli estranei. Ci vuole dunque pazienza per far si che il piccolo si fida di voi Onde evitare stress a cane e famiglia, consigliamo di munirci , inizialmente , di una morbida pettorina antifuga (doppia H) e un collare per levrieri che calzi su misura.