Cuccioli e condotta al guinzaglio – come fare?

Il cucciolo e la condotta al guinzaglio

Guinzaglio in cuoio 8 mmper cuccioli

Un’altra cosa che spesso mi viene chiesta, è “come fare per insegnare al proprio cucciolo la condotta al guinzaglio”. Passeggiare in modo rilassato, senza che il piccolo tiri come un fossenato. È possibile insegnare al nostro piccolo, come camminare rilassato al nostro fianco? Come si fa? Guinzaglio corto o lungo? 

Personalmente, con i cuccioli inizio la condotta al guinzaglio… senza usare il guinzaglio!

Insegno anzitutto al cucciolo su chi orientarsi quando si fa la condotta al guinzaglio , in questo caso su di me.

C’è differenza tra condotta al guinzaglio e “farsi i fatti propri” , annusando in giro per i bisogni. Il training di condotta viene sempre dopo che il cane abbia espletato i suoi bisogni fisiologici. Naturalmente per fare i bisogni, lascio il guinzaglio molto lungo e seguo il cane mentre cerca “il posto adatto per farla” (se è a guinzaglio) o lo lascio libero (se la zona è recintata e in sicurezza, ad esempio il proprio giardino) Solo dopo inizio con il training.

Ricordatevi che nei cuccioli le sessioni di training devono essere brevi.

“Orientarsi sulla mia persona” , vuol dire che il cucciolo è attento a quello che faccio io, stando attento ad un qualunque cambio di direzione. Per fare questo, cioè camminare al mio fianco senza l’uso di un guinzaglio, devo risultare molto interessante per il mio cucciolo.

Il Clicker training, ad esempio, è un ottimo modo per ottenere l’attenzione del cane, in modo giocoso, a casa, dedicando 5 minuti al giorno ad abituarlo a prestare attenzione (click/premietto). Naturalmente il. Click sarà poi sostituito dalla parola “guardami”

Per coloro che hanno “soggezione” del clicker: in questovideo, preso a caso su YouTube, si vede bene come  insegnare il “guardami” anche senza l’uso del clicker. 

Una volta che il piccolo ha imparato, o meglio che VOI abbiate imparato, ad attirare l’attenzione del cucciolo (“guardami!”) inizio la condotta senza il guinzaglio premiando in Cucciolo per ogni cosa fatta bene.

Lo step successivo quando il cucciolo saprà bene camminare al mio fianco e venire premiato per questo comportamento desiderato, e l’uso del guinzaglio.

Mi raccomando questo tipo di educazione, cioè la condotta SENZA il guinzaglio, va eseguita esclusivamente in aree sicure, recintate, e SENZA la presenza di elementi, cani, gatti, bambini etc, che possano distrarre/disturbare il cucciolo durante il training. Il giardino di casa proprio è un luogo ideale per fare questo tipo di esercizio, sempre a patto che sia bel recintato è sicuro.

Ma quale guinzaglio devo usare??

Io consiglio sempre di usare un guinzaglio molto lungo e non troppo pesante ma robusto e a prova di cucciolo.

Come molti di voi sanno mio marito Luigi realizza guinzagli e collari su misura. Per il training di cuccioli e cuccioloni noi usiamo guinzagli sottili 8 mm, in cuoio che pesano pochissimo. Questo tipo di lunghina in cuoio dà molto spazio al cucciolo, per riuscire ad insegnargli a venire da noi anche nel cado si dovesse fermare. In quel caso, allontaniamoci di qualche passo, inginocchiandoci e chiamando il cucciolo con un premietto in mano senza mai tendere il guinzaglio, né “trascinare” il cane. La lunghina in cuoio è molto rustica e non importa se penzola a terra o se si sporca/bagna etc.

Puoi chiedere consigli sulle lunghine usando il seguente form di contatto, o ordinare direttamente, usando la chat o Whatsapp presenti qui sul sito o mandare una mail a info@lupavaro.com. Se preferisci chiamarmi, siamo disponibili al. +39 3495118482 (Valeria) o al +39 393 8265109 (Luigi)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *