Piccolo Levriero Italiano: la razza

Il Piccolo Levriero Italiano 

Una razza tutta da scoprire!  

Benvenuti sul sito Lupavaro, il sito web dedicato alla nostra immensa passione per i Piccoli Levrieri Italiani. Questo sito non vuole essere soltanto il sito di un allevamento di Piccoli Levrieri Italiani ma una piazza, dove incontrare appassionati della razza e passare, seppur virtualmente, un po’ di tempo insieme, leggendo articoli e aneddoti sulla razza oppure, semplicemente, guardare le di foto.


Cenni di storia del Piccolo Levriero Italiano

Il Piccolo Levriero Italiano, spesso citato anche con l’abbreviativo “PLI”, è il rappresentante più piccolo del gruppo 10, cioè il gruppo dei levrieri.
Si tratta di una razza molto antica, già presente nelle corti faraoniche dell’antico Egitto. Dal V° secolo Avanti Cristo circa, giunse in Italia dove venne presto apprezzato nelle corte dei nobili. Sarebbe facile pensare che questo cane dall’aspetto così esile sia solamente un delicato cagnolino da grembo ma diffidate da quest’apparenza. In realtà il Piccolo Levriero Italiano è un cane molto attivo che accompagna volentieri il suo amico umano nelle attività di tutti i giorni. I nostri PLI adorano viaggiare in auto, correre sulla spiaggia, passeggiare e farsi ammirare dalla gente in città, scavare buche nel giardino (da far invidia ad una talpa), sorvegliare la mandria di bufali del vicino di casa di mia suocera e chi più ne ha più ne metta. Il PLI è un cane estremamente legato al proprio amico umano, adora salire in braccio, dare baci appassionati (hanno una mira eccezionale…!). Adorano il calore e se proprio non volete farli dormire nel vostro letto (loro dormono rigorosamente SOTTO al piumone e stranamente non soffocano mai…), mettete dei plaid di pile o un piumoncino nella loro cesta, loro apprezzeranno molto. A questo affiancherei il discorso sui bisogni fisiologici del cane: si dice spesso che questa razza non è semplice da educare alla pulizia e che tenderanno sempre a sporcare in casa. Fisiologicamente loro hanno un metabolismo più accelerato in confronto alle razze più grosse e per questo non riescono a trattenersi per molte ore come invece fanno tranquillamente i cani di grossa taglia. In secondo luogo loro detestano uscire quando piove o fa molto freddo; preferirebbero di gran lunga starsene al caldo nella cuccia e riescono egregiamente ad impietosire l’amico umano; infatti nonostante gli sia stato messo il cappottino nuovo, l’amico umano vede la sua povera creatura tutta tremolante e che non sembra avere nessuna intenzione di fare pipì o popò e così (per il bene del povero piccolo….) si rientra prestissimo in casa, dove il piccolo mostro sarà ben lieto di liberarsi subito sul tappeto nuovo del vostro soggiorno andandosene poi contento e scodinzolando ( e per niente tremolante!) Se decidete di prendere un piccolo levriero italiano non è consigliabile lasciarlo solo per molte ore al giorno; loro sono molto sensibili, detestano la solitudine e sono capaci di “ammalarsi di malinconia” oltre che punirvi con mucchietti e laghetti sparsi per tutta la casa di averlo lasciato tutto solo per l’intera giornata.

Il carattere del Piccolo Levriero Italiano 

Caratterialmente i PLI sono  adorabili: loro diventano la tua ombra e in pratica vivono per te, per ogni tuo sguardo, per ogni tua carezza e tutto questo lo fanno senza perdere quella loro dignità di levriero. Loro amano TE e non scodinzolano al primo venuto e creano così un rapporto bellissimo, stretto e confidenziale con il proprio amico umano. Sul nostro sito troverete molti articoli, tra cui anche un  intero articolo dedicato al carattere del PLI .

Vale la pena dare un’occhiata agli articoli, anche per conoscere la storia di questi cani e, perchè no, anche leggere i 10 motivi per non prendere un Piccolo Levriero Italiano ovvero “quello che non sempre ti vien detto” . Articolo scritto con il sorriso, ma vi garantisco che è tutto vero!

Buon PLI a tutti

Luigi & Valeria

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments