L'aglio è tossico per il mio cane?????

(per favore leggere fino in fondo!)

 

Premesso che il titolo vuole essere una provocazione. Noi seguiamo l'alimentazione BARF e l'aglio gioca un ruolo importantissimo nell'alimentazione dei nostri cani, lo somministro  frullandolo alle verdure quotidianamente voglio qui di seguito condividere questi interessantissimi articoli riguardo l'aglio nell'alimentazione dei nostri beniamini.

Per approfondire le virtu' benefiche dell'aglio potete cliccare qua. 

Tra le molteplici proprieta' dell'aglio troviamo:

( tradotto dal sito http://www.petguide.com/health/dog/the-shocking-truth-about-dogs-and-garlic/ )

-  repellente per pulci e zecche : Non uccide le pulci e zecche  ma a quei piccoli bastardi non piace l'odore di esso. Annusando l'odore sul vostro cane ne staranno ben lontani!

-Fortifica il sistema immunitario: l'aglio ha dimostrato di poter fare miracoli con i sistemi immunitari soppressi e di coloro che combattono il cancro. Dà una spinta alle cellule del sangue che uccidono imicrobi "cattivi"  e cellule tumorali.

-Fegato Booster : L'aglio è noto per avere effetti disintossicanti , che possono aiutare il fegato a liberarsi delle tossine dal corpo .

-Combatte infezioni batteriche , virali e fungine: batteri, virus e funghi non amano l'aglio! Con le sue potenti proprietà antimicrobiche e antibiotiche  combatte parassiti e protozoi.

-Abbassa le sogliedi colesterolo e trigliceridi nel sangue : mescolare la giusta dose di aglio crudo con il cibo del vostro cane può aiutare ad abbassare il colesteroloed i  livelli di trigliceridi nel sangue.

-Booster cardiovascolare : eccezionale nei cani anziani e sovrappeso , l'aglio può prevenire la formazione di coaguli sanguigni , e ridurre i livelli di colesterolo e grassi accumularsi nelle arterie .

Penso che l'aglio sia ottimo!

Per smentire l'isterismo creato dal luogo comune che l'aglio è tossico per cani vengo dunque all'articolo che posso pubblicare sui luoghi comuni riguardo la somministrazione di aglio:

Fonte :  http://www.barfers.de     

Fonte articolo originale: http://www.barfers.de/knoblauch.html

Per gentile concessione dell'autrice Swanie Simon

Traduzione a cura di Valeria Rocco


Einige Worte zum Füttern von Zwiebelgewächsen (Autorin Swanie Simon) 

 

 


Moltissime volte vengo contattato da proprietari di cani che mi scrivono con l' intenzione di illuminarmi circa il pericolo dell’aglio nell’alimentazione.

Ci sono alcuni studi dai quali è emerso che le piante bulbose , in particolare cipolle e aglio possono essere tossici per i cani. La notizia che tuberacei potrebbero essere velenosi per i cani, è stata acriticamente accettata e diffusa da moltii creando una sorta di isterismo nei confronti delle suddette. 

Se leggete il testo integrale degli studi in materia  ( Lee et al , 2000; .. Hu et al , 2002; Yamato et al , 2003; . Cope , 2005)  si scopre che non tutto è così nero su bianco:

Aglio, cipolle e aglio selvatico contengono anche composti di zolfo che può diminuire l'enzima che protegge le pareti cellulari dei globuli rossi (glucosio- 6 - fosfato deidrogenasi ( G6PD ) . Se vengono aggiunti degli ossidanti all’organismo , questi ossidanti possono sopraffare la capacità antiossidante dei globuli rossi , danneggiandoli e formando i cosiddetti corpi di Heinz . Se questo processo continuasse in modo incontrollato si arriverebbe all’anemia a causa della riduzione dei globuli rossi e l'animale potrebbe morire . Questo tipo di anemia si chiama Anemia emolitica da corpi di Heinz

Negli studi sulle cipolle si manifestavano modifiche emolitiche in seguito alla somministrazione di 15-30 g / kg di peso corporeo e un effetto tossico sviluppato dopo la somministrazione di circa 50 g / kg di peso corporeo ( per 2 giorni) ( Cope , 2005) . In questo studio i cani pechinesi ( 5 ) hanno sviluppato una anemia emolitica . Un altro studio ( Yamato et al. , 1998) ha scoperto che alcune razze orientali sono particolarmente suscettibili. La provocato in questi studi anemie erano oltrettutto ancora reversibili.

Nello studio sull’aglio ( Lee et al. , 2000) , si è arrivato a  " qualcosa  che sembrava " un cambiamento nelle cellule rosse del sangue dopo la somministrazione di 5 g / kg di peso corporeo ma in nessuno degli animali si è sviluppata anemia emolitica. Questi cambiamenti nei globuli rossi erano reversibili in pochissimo tempo. In un altro studio con differenti estratti di aglio vi erano cambiamenti nei globuli rossi soltanto a partire da una quantità di 1,5 ml / kg di peso corporeo. Evidentemente anche la forma somministrata di aglio( estratto , fresco, essiccato)  ha un ruolo importante.

Nel mio piano alimentare,  raccomando 3 volte a settimana uno spicchio di aglio per un cane di 30 kg . Uno spicchio d'aglio pesa circa 3 g

Questi sono 0,0001% del peso corporeo o 0,1 g / kg di peso corporeo / settimana x 3 .

O settimanalmente 0,3 g / kg di peso corporeo . 

Si prega di confrontare la dose " tossicia" del 0,5% del peso corporeo o 5,0 g / kg di peso corporeo / giorno .

O settimanalmente  35.0 g / kg di peso corporeo .

Secondo il mio piano di alimentazione un cane di 30 kg dovrebbe aggiungere  3 spicchi d'aglio a settimana o , in altre parole 9,0 g di aglio per settimana.

La dose tossica  sarebbe almeno 116 volte quel dosaggio e cioè   per un cane di 30 kg 350 spicchi d'aglio , o in altre parole 1.050,0 g di aglio per settimana.

Non è possibile ottenere un'anomalia patogeno dei globuli rossi al dosaggio raccomandato da me ( o addirittura un dosaggio 10 volte superiore) !

Detto questo, è estremamente improbabile che un cane mangerebbe questa quantità di aglio.

Le proprietà salutari della somministrazione di piccole quantità di aglio predominano in questo caso.

© Swanie Simon

All rights reserved.
This material may not be published, broadcast,
re-written or redistributed without prior permission by the author

 

Potete acquistare i libri di Swanie Simon con i sopra citati piani alimentari cliccando sui link qui di seguito: 

Piano alimentari per allevatori: cuccioli/cagnegravide e/o in lattazione

Piano alimentare per cani adulti

I libri sono in lingua tedesca